Press "Enter" to skip to content

Posts published by “Studio Catarraso”

Embargo Russia: a rischio esportazioni per un miliardo di euro

0

Eu-Russia-1024x492-1408607759Le misure restrittive applicate dall’Unione Europea e dalla Federazione Russa stanno minacciando pesantemente l’interscambio commerciale.

Le pesanti sanzioni imposte dalla Russia riguardano principalmente l’agroalimentare ma stanno minacciando anche il settore dell’arredamento. Roberto Snaidero, Presidente di FederLegnoArredo precisa che il settore arredo sta perdendo quote in Russia ma per il momento non è previsto embargo.

Progetti invece bloccati in Ucraina per il gruppo Natuzzi che intende procedere con cautela per il momento a causa dell’instabilità politica e rinviando al futuro la prevista apertura di nuovi punti vendita.

La Coldiretti ha stimato danni per 200 milioni di euro con conseguenze ancor più gravi in termini di perdita di immagine e di mercato, aggravate dalla diffusione nel mercato russo di imitazioni di prodotti italiani e l’entrata in Italia di prodotti alimentari di bassa qualità che non trovano più sbocco nel mercato russo.

Duro colpo per le imprese italiane soprattutto in un momento di stagnazione del mercato interno in cui l’export ha un peso rilevante sul volume d’affari totale.

Per approfondimenti in materia di sanzioni applicate dall’Unione Europea, sanzioni applicate dalla Federazione Russa e i settori coinvolti si rinvia al sito della Camera di Commercio italo russa: http://www.ccir.it/ccir/speciale-sanzioni/ ...continua

Serbia: porta dei Balcani e ponte per la Russia

0

Parlamento BelgradoLa Serbia oggi è un paese con una economia stabile e in una fase di sviluppo e crescita estremamente interessante, diretto verso la futura adesione all’Unione Europea, che rappresenta un sicuro percorso di modernizzazione ed internazionalizzazione del paese, anche grazie ai fondi Europei di preadesione disponibili.

Inoltre, offre una combinazione di opportunità che lo rendono unico e particolarmente attraente: costo del lavoro qualificato estremamente competitivo, sistema fiscale favorevole, incentivi ed agevolazioni per gli investitori stranieri, punto di riferimento geopolitico per i paesi dell’area, una posizione geografica strategica che lo rende ideale sia per le esportazioni nei paesi dell’area ex Jugoslavia e dei Balcani, sia come localizzazione per la produzione di beni da esportare in mercati ad alto grado di sviluppo come quelli della Turchia e soprattutto della Russia grazie ad accordi di libero scambio siglati con questi paesi per la libera circolazione di merci senza dazi doganali.

Foto: Parlamento di Belgrado ...continua

Nuove opportunità per le PMI italiane con l’Unione Doganale Russia, Bielorussia e Kazakistan

0

headerSi terrà il 20 giugno 2014 presso il Tempio di Adriano a Roma, il seminario organizzato da Network Globale, Agenzia per l’internazionalizzazione, in collaborazione con Intesa San Paolo e Conoscere Eurasia sulla nuova Unione Doganale tra Russia, Bielorussia e Kazakistan.

Il seminario ha come obiettivo l’approfondimento del clima di investimento giuridico e fiscale nei Paesi dell’Unione Doganale, spazio economico comune che vale per l’Italia oltre 34 miliardi di euro.

Tra i relatori Sandro Gozi, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana con delega alle Politiche Europee, Tatiana Valovaya, Ministro dell’Integrazione e della Macroeconomia della Commissione Economica Eurasiatica (CEE), Sergey Razov, Ambasciatore della Federazione Russa in Italia ed altri importanti ospiti che tratteranno il tema delle opportunità di business per le PMI italiane derivanti da questa cooperazione. L’Unione doganale è un progetto di integrazione riguardante lo spazio post-sovietico con l’obiettivo principale la libera circolazione delle merci nei territori di Russia, Bielorussia e Kazakhstan. Il prossimo obiettivo è creare, entro il 1° gennaio 2015, l’Unione economica eurasiatica, che abbraccerà molte più discipline economiche rispetto all’Unione doganale. Modera Angiolino Lonardi, Giornalista e Direttore editoriale di ISPRO (Istituto di studi parlamentari). ...continua

Fondi UE per investire in Serbia

0

bilancio-ueLa Serbia, come comunicato dalla rappresentante dell’Ufficio per l’integrazione europea Milena Radomirović, ha ottenuto l’accreditamento per la gestione autonoma di Fondi dell’Unione Europea, diritto acquisito nel momento  in cui il paese ha ottenuto lo status di candidato. Le istituzioni serbe avranno quindi il compito di pianificare la spesa per l’utilizzo dei fondi presto disponibili.

Una importante occasione per gli imprenditori italiani per poter investire in Serbia con il supporto di Fondi Europei, oltre agli incentivi ed agevolazioni messi a disposizione dal Governo serbo anche per l’assunzione di personale. ...continua

Come rendere un’attività più efficiente e produttiva

0

bussola-investimenti-200x300E’ sufficiente per un’azienda sapere se guadagna o perde? O ci sono altre informazioni che dovrebbe conoscere?

Per poter ridurre gli sprechi e massimizzare il profitto, è necessario analizzare anche con quale prodotto o servizio guadagna o perde, in quale zona geografica, con quale rappresentante, qual è il prezzo minimo al quale può vendere, l’entità dei costi generali che incidono sul margine. Inoltre, un’azienda deve porsi degli obiettivi di medio/lungo termine, verificare se sono stati raggiunti ed in caso contrario capirne le cause. ...continua

Imprenditoria femminile: un premio per l’idea più innovativa

0

Donne-imprenditriciE’ arrivato alla terza Edizione il Premio Idea Innovativa dedicata all’imprenditoria femminile, iniziativa della Camera di Commercio di Roma e del suo comitato per l’imprenditoria femminile. Il Bando ha lo scopo di premiare l’idea più innovativa e competitiva presentata da piccole e micro imprese femminili operanti sul territorio di Roma e Provincia nei settori del commercio, industria, artigianato, agricoltura e servizi. ...continua

Forum: Sua Eccellenza Italia

0

save6Si terrà presso la prestigiosa sede del Grimaldi Forum nel Principato di Monaco, dal 14 al 16 marzo, la prima edizione del forum Internazionale del Made in Italy. 

L’evento rappresenta una importante occasione di promozione internazionale dei beni e servizi Made in Italy e una piattaforma ideale per l’intero “Sistema Italia”. Questa prima edizione è stata nominata “Sua Eccellenza Italia” in quanto l’obiettivo del Forum è proprio quello di internazionalizzare le migliori realtà aziendali, la promozione di alcuni importanti settori del Made in Italy e lo sviluppo economico dell’intero Sistema Paese. Inoltre, l’evento mira a rinnovare il concetto di Made in Italy proiettandolo a livello internazionale, anche attraverso forme di aggregazione tra imprese che consentano di essere competitive in un contesto globale. ...continua

Export: perché la logistica è importante

0

logisticaL’organizzazione dei trasporti e delle spedizioni, soprattutto in ambito internazionale, ha un ruolo molto importante. Spesso le aziende pensano che si tratti di un aspetto marginale e che l’importante sia vendere, senza valutare il margine effettivo e le conseguenze delle scelte logistiche.

A livello aziendale la logistica ha un impatto su: ...continua

Perché Ferrero investe in Serbia

1

ferero-saradnjaIl Gruppo Ferrero ha firmato il memorandum d’intesa con il ministero dell’Agricoltura serbo, sottoscritto dal Ministro dell’Agricoltura Dragan Glamocic, dal Raw material purchasing manager del gruppo Ferrero, Arduino Borgogno e dal rappresentante del gruppo William Fulci. Secondo quanto reso noto dal ministero dell’Agricoltura serbo in un comunicato, la Ferrero sarebbe interessata ad avviare in Serbia un centro per la produzione di nocciole, oltre che stabilire collaborazioni con produttori agricoli locali nella Serbia centrale e meridionale. ...continua

Cosme: finanziamenti europei 2014-2020

0

cosmeNella nuova programmazione europea 2014-2020 viene data grande attenzione allo sviluppo delle PMI per cui è stato creato uno specifico Programma per la competitività delle imprese e le piccole e medie imprese (COSME) con il sostegno di 2,3 miliardi di euro. Il Programma mira a perseguire i seguenti obiettivi:

1. aumentare la competitività e la sostenibilità delle imprese nell’Unione, anche nel settore del turismo; ...continua