Press "Enter" to skip to content

Internazionalizzazione: gli errori da evitare

4

foto11

Il mercato sempre più competitivo e globale e la crisi dei consumi interna ha spinto le aziende italiane ad essere sempre più proiettate verso l’estero cercando nuovi mercati e nuove opportunità.

Internazionalizzare la propria attività è però un processo complesso che non va sottovalutato e che necessita di una accurata pianificazione.

Gli errori più comuni da evitare in un processo di internazionalizzazione possono essere sintetizzati in alcuni punti principali da tenere ben presenti:

  1. Non avere risorse specializzate all’interno dell’azienda per seguire il processo
  2. Non fare un Business Plan
  3. Non studiare il mercato per adattare il prodotto
  4. Non considerare tutti i costi con uno studio approfondito
  5. Sottovalutare l’aspetto culturale
  6. Non fare uso di strumenti bancari
  7. Non valutare il rischio di cambio
  8. Non considerare i rapporti con le istituzioni
  9. Non rivolgersi ai consulenti

Nei prossimi post vedremo punto per punto come affrontare nel giusto modo un processo di internazionalizzazione.

Foto: www.rivistainnovare.com

  1. Sergio Marino Sergio Marino

    E’ esattamente quello che cerco di far capire ai miei clienti! senza una opportuna programmazione non si va molto lontano!

  2. Aggiungerei: 10. Snobbare il canale Web.
    Non vuole essere un commento di parte ma troppo spesso si incontrano imprenditori che vogliono farsi conoscere all’estero ma esclusivamente con i metodi tradizionali, rinunciando quindi ad una leva di promozione importantissima per la loro azienda.

    • Cristina Catarraso Cristina Catarraso

      Condivido il commento. Penso che Internet sia un importante strumento ancora poco utilizzato dalle imprese: ad esempio, solo il 29% delle imprese italiane investe in un negozio elettronico nonostante il web sia il secondo canale di vendita più sfruttato incontrando le preferenze di gran parte dei consumatori. Ma se da un lato Internet permette, nel caso dell’e-commerce, la razionalizzazione dei costi di struttura e di promozione, dall’altro deve fare i conti con alcune resistenze dovute allo scetticismo ancora diffuso.

Lascia un commento