Press "Enter" to skip to content

Italia-Serbia: Ancona ospita il terzo vertice

0

bandiera-serbiaIl premier Enrico Letta partecipa oggi 15 Ottobre al terzo vertice italo-serbo che si tiene ad Ancona dove incontrerà, tra gli altri, il primo ministro di Belgrado, Ivic Dacic.

Si tratta di un importante appuntamento che consoliderà i rapporti strategici già ottimi con l’Italia, primo Paese per interscambio e primo sostenitore della Serbia nella promozione del cambiamento dell’immagine del Paese nel mondo ottenute grazie alla politica di riforme intrapresa ed ai progressi nell’integrazione europea.

L’Italia è infatti diventata il primo partner commerciale della Serbia superando Germania e Russia, con la presenza di oltre 500 aziende italiane con un volume d’affari annuo di 2,5 miliardi di euro e impiegando circa 22 mila persone.

L’interscambio tra i due Paesi ha visto un incremento del 65% rispetto allo scorso anno ed i casi di successo sono molteplici, tra cui la Fiat con l’impianto di Kragujevac dove vengono prodotte le 500L in cui l’azienda sta effettuando un investimento di 900 milioni di euro con il sostegno di 200 milioni di euro di incentivi da parte del Governo serbo.

Le aziende italiane stanno investendo molto nei settori del tessileagroalimentare, infrastrutture, ma interessanti opportunità sono presenti anche per energie rinnovabili, metalmeccanica, informatica, arredamento e farmaceutica. 

La Serbia ha poi siglato accordi di libero scambio con Paesi come la Russia, Bielorussia, Turchia e Kazakistan. Un mercato di 700 milioni di consumatori senza dazi doganali.

Lascia un commento