Press "Enter" to skip to content

Quali imprese italiane investono in Serbia?

0

myugo1L’Italia è attualmente il primo partner commerciale della Serbia. Il clima favorevole agli investimenti esteri dato dalle forti agevolazioni e finanziamenti, la strategica posizione geografica, il costo della produzione e del lavoro competitivi e numerosi altri fattori rendono il paese particolarmente interessante per le aziende italiane.

Uno dei fattori chiave è la sottoscrizione da parte della Serbia di accordi di libero scambio con l’Unione Europea, Russia, Bielorussia, Turchia, Kazakistan, i paesi del Balcani ed altri per un mercato potenziale di 1 miliardo di consumatori senza dazi doganali. In particolare l’accordo di libero scambio con la Russia rappresenta una importante opportunità di entrata in un mercato ad alto potenziale per prodotti di lusso.

Quali le imprese italiane che hanno investito in Serbia? Non solo Fiat, che ha portanto con sè tutto l’indotto come Magneti Marelli e Michelin ma anche Golden Lady, Pompea e Calzedonia nel settore tessile, Natuzzi, MobilTuri e Ditre nell’arredamento, Geox nel calzaturiero, Amadori nel settore agroalimentare, Mondadori e Giunti nell’editoria e molti altri.

L’intensificazione degli investimenti italiani è stata trainata anche dall’ingresso sul mercato di UniCredit e Banca Intesa nel settore finanziario e del Gruppo Generali nel campo assicurativo presente dal 2007 in Serbia e successivamente del Gruppo Unipol-Sai.

Tante dunque le imprese grandi ma anche piccole  e medie imprese che in Serbia trovano la dimensione ideale per avviare un processo di internazionalizzazione.

Comments are closed.