Press "Enter" to skip to content

Serbia: aziende di Stato in vendita

0

SerbiaLo sviluppo dell’economia serba passa attraverso un sistema di riforme e la privatizzazione di aziende di Stato. Nonostante il processo di privatizzazione abbia avuto inizio già alla fine degli anni Ottanta, è diventato una priorità del Governo dopo il cambiamento di regime avvenuto nell’ottobre 2000.

La strategia del Governo si inserisce nel processo di avvicinamento all’Unione europea e al tentativo di ottenere nuovi finanziamenti dalla Banca mondiale, oltre a riprendere i negoziati con il Fondo monetario internazionale interrotti l’anno scorso.

Sono oltre 400 le imprese pubbliche serbe da privatizzare, non tutte in perdita ma gran parte mantenute dai sussidi dello Stato. Tra le imprese che saranno vendute ci sono banche e società di telecomunicazioni come Telekom Serbia ma anche piccole aziende che operano a livello locale ed importanti gruppi dell’industria pesante come le miniere di rame Rtb di Bor, le acciaierie Zelezara di Smederevo, l’azienda farmaceutica Galenika e produttori di macchinari come Prva Petolekta.

Aleksandar Vucic, Presidente del Partito Progressista Serbo, attualmente vicepremier della Serbia e regista dell’apertura al mercato del Paese, sostiene il processo di privatizzazione per mettere fine al dominio delle grandi imprese pubbliche per un Paese che ha grandi potenzialità e senza dubbio è uno dei mercati emergenti su cui puntare per i prossimi anni.

Lascia un commento