Press "Enter" to skip to content

Swarovski chiude in Cina e si sposta in Serbia

0

swaroskiL’azienda austriaca Swarovski ha comunicato oggi la chiusura dei suoi stabilimenti in Cina e Repubblica Ceca spostando la produzione in Austria e Serbia.

Dalle ultime analisi condotte sulle produzioni all’estero, è stata riscontrata una difficoltà nella gestione della produzione a causa degli standard di qualità ed etici.

La nuova strategia dell’azienda è quella di spostare la produzione in Serbia, Paese in cui ha già diversi punti vendita, per migliorare la produzione. Inoltre, la Serbia rappresenta una scelta strategica per la favorevole posizione geografica (mediamente ad 1 ora di volo dalle principali capitali europee), permettendo produzioni just in time e just in sequence, alta specializzazione del lavoro e la presenza di accordi di libero scambio con l’Europa, Russia, Bielorussia, Turchia, USA ed altri Paesi per un miliardo di potenziali clienti senza dazi doganali.

Comments are closed.